Rockaction.it
Myspace Rockaction.it
The Ocean - Pelagial

The Ocean - Pelagial

Pelagial è il climax della discografia dei The Ocean e uno dei punti più alti della storia della scena. Ripetersi sarà praticamente impossibile..ma è tanta la classe che straborda da questo disco che ci si può aspettare di tutto. Questo è il bigliet...

Leggi tutto...

Electric Sarajevo - Madrigals

Electric Sarajevo - Madrigals

Alzo le mani. Niente lascia trasparire inesperienza nel primo lavoro dei romani Electric Sarajevo. Niente è lasciato al caso o abbozzato. "Madrigals" parla chiaro e lo fa fin da subito. A cominciare dall'artwork del disco: elegante nei car...

Leggi tutto...

Anathema - Weather Systems

Anathema - Weather Systems

Gli Anathema sono stati uno dei più importanti gruppi doom di tutto il panorama metal. Cupi, crepuscolari, pesanti e al tempo stesso capaci di un'intimità senza fine: queste le caratteristiche dei loro primi meravigliosi dischi. Destò scalpore dif...

Leggi tutto...

Kyuss - Blues for the Red Sun

Kyuss - Blues for the Red Sun

Nella mente di ogni appassionato del genere stoner-rock, è inevitabile ricordare la formazione simbolo di una band storica come i Kyuss, che riuscì, con pochi mezzi ma con idee chiare, a realizzare uno dei dischi che, di fatto, diede vita al genere s...

Leggi tutto...

Dente - Io tra di Noi

Dente - Io tra di Noi

Dente ha fatto del minimalismo e della semplicità due delle sue caratteristiche principali. Essere se stessi non può essere una colpa, e così chi ha accusato nel passato il giovane cantautore di peccare d'artificiosità, forse dovrà cominciare a ...

Leggi tutto...

Arctic Monkeys - Suck It And See

Arctic Monkeys - Suck It And See

Gli Arctic Monkeys sono tornati e cambiano ancora una volta se stessi e il loro impatto. Suck It And See, il loro nuovo album dal titolo molto discusso, ha lasciato molti con le orecchie tese per sentire se qualcosa del passato della band sia rimast...

Leggi tutto...

Secret, The - Solve et Coagula

Secret, The - Solve et Coagula

Trieste è una città fredda, offesa dalla Bora che la rende più tri(e)ste. Ma i The Secret, formati nel 2003, sono invece caldi e protetti dall’imponente Southern Lord, gente che di certo non si scomoda facilmente per una band italiana. Arrivati al te...

Leggi tutto...



Data uscita: 15 Marzo 2012
Label: CD Dcave Records

Recensita il dom 19 febbraio 2012 da Gianfranco

Teresa Mascianà "Don't Love Me"

15 marzo 2012


Stampa il Contenuto Crea file pdf del Contenuto


CD Dcave Records - 15 marzo  2012 

Le porte per entrare nel mondo della musica sono tante e differenti e Teresa ne ha varcate diverse e tutte prestigiose. Eccellente sound engineer per nomi fra i più interessanti della scena italiana (Roy Paci, Peppe Voltarelli, Parto delle Nuvole Pesanti ed altri), solida bassista in formazioni che vanno dall’etno al pop passando per il reggae, trova la via principale, la sua via, in una scrittura e in un cantare freschi e diretti. La sua voce, ricca di affascinanti incertezze sembra parlare ad ogni singola persona, ad ogni singolo ascoltatore quasi fosse un vecchio amico. La sua scrittura semplice e diretta è il tessuto ideale su cui gettare pennellate di colori sonori.  Colori che Teresa affida alla produzione di Daniele Grasso (Cesare Basile, Diego Mancino, Afterhours, etc.) per Dcave Records ed ecco che tutti i suoni che la tenevano legata al mondo musicale della sua crescita, suoni ruvidi e pieni e veri, prendono forma in un disco fatto come si faceva una volta. “Don’t love me” sono nove tracce nove che ti portano in un viaggio fra folk e rock ma senza mai scostarsi  troppo da un pop che rende il progetto fruibile a tutti, mai banalizzandolo. Confidenze personali, cori e variazioni ritmiche sono il filo conduttore di un disco che mantiene inalterate le emozioni più pure. Ballate in apparenza calme, assonanze di gioia e malinconia che magnetizzano l’ascolto attraverso il temperamento deciso della cantautrice. Armoniche orchestrate e improvvisamente accelerate su cui si innesta la voce di Teresa, sempre con gran risalto per basso e batteria (People, Don’t Love Me). Un condensato di carica percussiva che nasce dalla combinazione dell’energia rock con l’equazione più articolata del pop (My World, I Think Is Better), crocevia di parole innescate su arrangiamenti compatti e densi di idee (Forever, Too Late). La ricerca di dinamismo traccia i confini dentro i quali muoversi e trascina “Don’t Love Me” sulle orme di un cantautorato intimista, particolarmente contraddistinto dall’utilizzo di una strumentazione molto diversificata. Piccoli suoni di giocattoli o inusuali groove ritmici, ingenui timbri di tastiera o stranianti suoni di chitarra condiscono la forma canzone che Teresa predilige per raccontarvi, per raccontarsi. Un esordio convincente che rivela un’artista da cui, nelle prove a seguire aspettarsi tanto.

Teresa Mascianà: voce
Giovanni Brancati: basso, chitarra
Daniele Grasso: chitarra
Sergio De Luca: batteria

Ospiti: Sista (Daniele Grasso e J.P. Passalacqua)

TERESA MASCIANA’ – DON’T LOVE ME TOUR

15/03Reggio Calabria“RandomClub”
16/03Catania“LaLomax”
17/03Palermo“Teatro Alla Guilla”
18/03Messina“TheRoomPub”
22/03Cosenza“Beat”
23/03Cittanova“GardenPub"
24/03G.Jonica“BlueDahlia”
04/04 Viterbo "the blitz"
05/04Civitavecchia“Ancor Inn”
17/04 Cosenza "B-side"
28/04Viareggio“CorsaroRosso”

http://www.myspace.com/mascianateresa
www.facebook.com/people/Teresa-Mascianà
Ufficio stampa: Giuseppe Celano giuseppe@pitbellula.com

Articoli Sponsorizzati


Bookmarks:               Bookmark and Share

Pubblicato in Focus On
Nessun articolo correlato