Rockaction.it
Myspace Rockaction.it
The Ocean - Pelagial

The Ocean - Pelagial

Pelagial è il climax della discografia dei The Ocean e uno dei punti più alti della storia della scena. Ripetersi sarà praticamente impossibile..ma è tanta la classe che straborda da questo disco che ci si può aspettare di tutto. Questo è il bigliet...

Leggi tutto...

Electric Sarajevo - Madrigals

Electric Sarajevo - Madrigals

Alzo le mani. Niente lascia trasparire inesperienza nel primo lavoro dei romani Electric Sarajevo. Niente è lasciato al caso o abbozzato. "Madrigals" parla chiaro e lo fa fin da subito. A cominciare dall'artwork del disco: elegante nei car...

Leggi tutto...

Anathema - Weather Systems

Anathema - Weather Systems

Gli Anathema sono stati uno dei più importanti gruppi doom di tutto il panorama metal. Cupi, crepuscolari, pesanti e al tempo stesso capaci di un'intimità senza fine: queste le caratteristiche dei loro primi meravigliosi dischi. Destò scalpore dif...

Leggi tutto...

Kyuss - Blues for the Red Sun

Kyuss - Blues for the Red Sun

Nella mente di ogni appassionato del genere stoner-rock, è inevitabile ricordare la formazione simbolo di una band storica come i Kyuss, che riuscì, con pochi mezzi ma con idee chiare, a realizzare uno dei dischi che, di fatto, diede vita al genere s...

Leggi tutto...

Dente - Io tra di Noi

Dente - Io tra di Noi

Dente ha fatto del minimalismo e della semplicità due delle sue caratteristiche principali. Essere se stessi non può essere una colpa, e così chi ha accusato nel passato il giovane cantautore di peccare d'artificiosità, forse dovrà cominciare a ...

Leggi tutto...

Arctic Monkeys - Suck It And See

Arctic Monkeys - Suck It And See

Gli Arctic Monkeys sono tornati e cambiano ancora una volta se stessi e il loro impatto. Suck It And See, il loro nuovo album dal titolo molto discusso, ha lasciato molti con le orecchie tese per sentire se qualcosa del passato della band sia rimast...

Leggi tutto...

Secret, The - Solve et Coagula

Secret, The - Solve et Coagula

Trieste è una città fredda, offesa dalla Bora che la rende più tri(e)ste. Ma i The Secret, formati nel 2003, sono invece caldi e protetti dall’imponente Southern Lord, gente che di certo non si scomoda facilmente per una band italiana. Arrivati al te...

Leggi tutto...



Data uscita: 2014
Label: Heavy Psych Sounds Records
Recensito da: Ida Stamile

Recensita il ven 30 maggio 2014 da Ida Stamile

Split Naam/ White Hills / Black Rainbows /The Flyng Eyes


Stampa il Contenuto Crea file pdf del Contenuto


Uno Split narcotico e distorto, feroce e deflagrante sapientemente macchinato da quattro band del calibro di Naam, White Hills, Black Rainbows  e The Flyng Eyes per cinquanta minuti di musica magmatica e oscura. Lo split stampato anche in versione dijipack e in vinile doppio  gatefold con tre colori differenti, si muove così sinuoso e penetrante lungo le fitte maglie sonore strutturate dai suoi stessi protagonisti. 
 
Affidando alla sua realizzazione due brani ciascuno, le sonorità fluiscono nel buio lento e carico del suono dipingendo tenebrose visioni sinistre, ataviche e atemporali ben rappresentate anche dall’artwork affidato a ‘SoloMacello’. 
 
Si parte con le allucinazioni impalpabili e indefinite dei Naam con un rituale space rock opaco e cadenzato tra fluttuazioni evocative dell’ambient remix di Skyscraper e la “foschia cerimonale” di Thickening Web
 
Il viaggio luciferino prosegue con le destrutturazioni color porpora di They’ve got Got Blood..Like You’ve Blood affiancata da un’energica alternative version dei White Hills. 
 
È poi la volta delle chimere ruvide e caliginose tutte italiane dei romani Black Rainbows con Viper Tongue e Minor Monster Galaxy Message per poi sprofondare nel vortice psichedelico dei The Flyng Eyes con Golden Grey ed Evil Little Leslie
 
C’è tutto un mondo di suoni nascosti e misteriosi racchiuso in questo split tetro e ignoto capace di condurre l’ascoltatore lungo derive musicali dai contorni indefiniti e catartici..lungo tempi e spazi infiniti ed enigmatici. 

Articoli Sponsorizzati


Bookmarks:               Bookmark and Share

Pubblicato in Recensioni Cd Musicali
Nessun articolo correlato