Rockaction.it
Myspace Rockaction.it
The Ocean - Pelagial

The Ocean - Pelagial

Pelagial è il climax della discografia dei The Ocean e uno dei punti più alti della storia della scena. Ripetersi sarà praticamente impossibile..ma è tanta la classe che straborda da questo disco che ci si può aspettare di tutto. Questo è il bigliet...

Leggi tutto...

Electric Sarajevo - Madrigals

Electric Sarajevo - Madrigals

Alzo le mani. Niente lascia trasparire inesperienza nel primo lavoro dei romani Electric Sarajevo. Niente è lasciato al caso o abbozzato. "Madrigals" parla chiaro e lo fa fin da subito. A cominciare dall'artwork del disco: elegante nei car...

Leggi tutto...

Anathema - Weather Systems

Anathema - Weather Systems

Gli Anathema sono stati uno dei più importanti gruppi doom di tutto il panorama metal. Cupi, crepuscolari, pesanti e al tempo stesso capaci di un'intimità senza fine: queste le caratteristiche dei loro primi meravigliosi dischi. Destò scalpore dif...

Leggi tutto...

Kyuss - Blues for the Red Sun

Kyuss - Blues for the Red Sun

Nella mente di ogni appassionato del genere stoner-rock, è inevitabile ricordare la formazione simbolo di una band storica come i Kyuss, che riuscì, con pochi mezzi ma con idee chiare, a realizzare uno dei dischi che, di fatto, diede vita al genere s...

Leggi tutto...

Dente - Io tra di Noi

Dente - Io tra di Noi

Dente ha fatto del minimalismo e della semplicità due delle sue caratteristiche principali. Essere se stessi non può essere una colpa, e così chi ha accusato nel passato il giovane cantautore di peccare d'artificiosità, forse dovrà cominciare a ...

Leggi tutto...

Arctic Monkeys - Suck It And See

Arctic Monkeys - Suck It And See

Gli Arctic Monkeys sono tornati e cambiano ancora una volta se stessi e il loro impatto. Suck It And See, il loro nuovo album dal titolo molto discusso, ha lasciato molti con le orecchie tese per sentire se qualcosa del passato della band sia rimast...

Leggi tutto...

Secret, The - Solve et Coagula

Secret, The - Solve et Coagula

Trieste è una città fredda, offesa dalla Bora che la rende più tri(e)ste. Ma i The Secret, formati nel 2003, sono invece caldi e protetti dall’imponente Southern Lord, gente che di certo non si scomoda facilmente per una band italiana. Arrivati al te...

Leggi tutto...



Martelli, Lara - Cerridwen
Martelli, Lara - Cerridwen
Genere: songwriter
Data uscita: 2007
Label: Midfinger Records
Durata: 55 mins
Sito Web: myspace.com/laramartelli
Voto: 8.5/10
Recensito da: Roberto Paviglianti

Lara Martelli - Cerridwen

Chi ascolterà “Cerridwen” avrà la possibilità d’apprezzare una voce cristallina, immersa in un contesto cantautorale moderno, pieno di risvolti emozionali e sensazioni d’autore. Potrebbe essere questo lo spot ideale per l’album che porta la firma di Lara Martelli, giunta alla terza prova sulla lunga distanza dopo cinque anni d’attesa dal precedente “Orchidea Porpora”.

“Cerridwen” – nome di una figura celtica custode di conoscenza - si ramifica attraverso undici tracce dal sapore autunnale, che si propongono come piccoli affreschi pop intrisi di trame fatte da suoni artificiali (loops, drumming, piano elettrico) e naturali (chitarra acustica, contrabbasso, tromba) che danno un forte senso d’apertura verso scenari inediti.

La voce di Lara - profonda, intensa e a tratti sensazionale - emerge fin dall’apertura affidata a un brano che non può lasciare indifferenti: “Death of a Siren”, per via di una struttura armonica notturna e avvolgente, si rivela la giusta chiave d’accesso all’intero album. Certamente chi ha amato Lara Martelli per i suoi esordi potrà rimanere spiazzato, soprattutto quando è la volta di brani dal sapore trip-hop come “Four Women”, per le reminiscenze bjorkiane di “White Fly”, per gli isterismi di “Panic!!!”, per le manipolazioni sulla sua voce e anche per l’utilizzo della lingua inglese come spazio espressivo.

Sta di fatto che, messa da parte un filo di nostalgia, “Cerridwen” rappresenta una nuova vita, un voltare pagina deciso e mirato a raggiungere mete più lontane e ambiziose. Ascoltare per credere.




Nessun articolo correlato
il dom 02 novembre 2008 da Roberto Paviglianiti
Commenti: 6 Punteggio Assegnato all'Autore: 85/100
non valutato -