Rockaction.it
Myspace Rockaction.it
The Ocean - Pelagial

The Ocean - Pelagial

Pelagial è il climax della discografia dei The Ocean e uno dei punti più alti della storia della scena. Ripetersi sarà praticamente impossibile..ma è tanta la classe che straborda da questo disco che ci si può aspettare di tutto. Questo è il bigliet...

Leggi tutto...

Electric Sarajevo - Madrigals

Electric Sarajevo - Madrigals

Alzo le mani. Niente lascia trasparire inesperienza nel primo lavoro dei romani Electric Sarajevo. Niente è lasciato al caso o abbozzato. "Madrigals" parla chiaro e lo fa fin da subito. A cominciare dall'artwork del disco: elegante nei car...

Leggi tutto...

Anathema - Weather Systems

Anathema - Weather Systems

Gli Anathema sono stati uno dei più importanti gruppi doom di tutto il panorama metal. Cupi, crepuscolari, pesanti e al tempo stesso capaci di un'intimità senza fine: queste le caratteristiche dei loro primi meravigliosi dischi. Destò scalpore dif...

Leggi tutto...

Kyuss - Blues for the Red Sun

Kyuss - Blues for the Red Sun

Nella mente di ogni appassionato del genere stoner-rock, è inevitabile ricordare la formazione simbolo di una band storica come i Kyuss, che riuscì, con pochi mezzi ma con idee chiare, a realizzare uno dei dischi che, di fatto, diede vita al genere s...

Leggi tutto...

Dente - Io tra di Noi

Dente - Io tra di Noi

Dente ha fatto del minimalismo e della semplicità due delle sue caratteristiche principali. Essere se stessi non può essere una colpa, e così chi ha accusato nel passato il giovane cantautore di peccare d'artificiosità, forse dovrà cominciare a ...

Leggi tutto...

Arctic Monkeys - Suck It And See

Arctic Monkeys - Suck It And See

Gli Arctic Monkeys sono tornati e cambiano ancora una volta se stessi e il loro impatto. Suck It And See, il loro nuovo album dal titolo molto discusso, ha lasciato molti con le orecchie tese per sentire se qualcosa del passato della band sia rimast...

Leggi tutto...

Secret, The - Solve et Coagula

Secret, The - Solve et Coagula

Trieste è una città fredda, offesa dalla Bora che la rende più tri(e)ste. Ma i The Secret, formati nel 2003, sono invece caldi e protetti dall’imponente Southern Lord, gente che di certo non si scomoda facilmente per una band italiana. Arrivati al te...

Leggi tutto...


Roma Rock School - Chitarra: lezione 3: METAL MASTER - Bending - Vibrato
Roma Rock School
Autore: Jurij Ricotti
Strumento: Chitarra
N° Lezione: 3
Titolo: METAL MASTER - Bending - Vibrato
Tratto da: RockHard
Info: info@ romarockschool .com

METAL MASTER
di Jurij G. Ricotti


TAPPING-STRUMING-SKIPPING-HAMMERING-PULLOFF-LICK-RAKE-PM-VIBRATO-BEND-SLIDE-REVERSE-SWEEP-ALTERNATE


Tutti gli editori o le case editrici di spartiti partono dal presupposto che il lettore sia al corrente della terminologia utilizzata nello spartito quindi non si preoccupano di spiegarla ai neofiti.
Tutto pieno di termini bizzarri che sembrano più che altro i rumori di un fumetto, termini di contorno che descrivono prima l'una poi l'altra tecnica da utilizzare durante il brano. Eccoci difronte alla nostra cruda ignoranza, la prima reazione che ci prende  è quella di appendere la beneamata al chiodo, poi però un pensiero sale dentro. E' il buonsenso che porta alla mente le fatiche fatte per ottenere la chitarrina elettrica e ci spinge a non arrendersi così presto, magari provando...

Iniziamo col dire che l'uso di tali termini (tutti in inglese) sono utili a descrivere il movimento della mano sinistra, a volte della destra sulla chitarra rendendo più chiara l'esecuzione delle tecniche descritte.
Prendiamo quindi in esame tutti i termini più comuni cercando di spiegare e di capire con il nostro consueto linguaggio 'casereccio' il loro reale significato ed il loro impiego.

BENDING
Sicuramente il più vecchio dei termini, il più usato che descrive l'innalzamento di intonazione di una nota, tirando su o giù la corda, con il dito della mano sinistra che suona la nota stessa (qualora fossimo mancini sarebbe la destra!). Il bending può essere di un semitono, di un tono, di un tono e mezzo, nei casi più estremi di 2 toni. Viene scritto con una (B) ed una freccia che ne indica la direzione ed un numero che ne definisce l'altezza in semitoni.
Nella foto possiamo vedere come approcciare, facendo attenzione ad eseguire il Bending con il dito medio o anulare, appoggiando le dita precedenti sulla stessa corda per aiutare il dito che produce il Bending. Ad esempio se alziamo la corda con l'anulare appoggeremo il medio e l'indice sulla stessa corda, aiutiamo l'anulare a tirare la corda. Le corde più leggere saranno più semplici da tirare.


VIBRATO
Per vibrato si intende quello fatto con il dito della mano sinistra da non confondere con quello ottenuno con la leva che invece si chiama "Tremolo". Il vibrato ed il suo corretto controllo sono un'effetto che conferisce feel al solo, più lento lo facciamo più impareremo a controllarlo. Il dito si muove in senso circolare creando delle piccole inflessioni al suono, sembra facile ma ci farà passare notti insonni. Generalmente si indica con una ondina posta sopra la nota da vibrare.

Il Vibrato può essere eseguito facendo dondolare il dito della mano sinistra che sta suonando la nota (Malmsteen-Satriani), oppure creando un movimento rotatorio del medesimo dito sulla nota, più difficile da eseguire è quello usato dal prode Steve Vai. Lo scopo dell'esercizio è il medesimo ed un buon risultato sarà quello di avere un suono equivalente in entrambe i casi. L'importante è riuscire in un Vibrato convincente e non il come lo si fa. Potremmo ottenere lo stesso risultato, ad esempio, attraverso l'uso della Leva del Vibrato (appunto) ma lo vedremo in un'altra puntata.

Ci vediamo il prossimo mese...

Stay Tuned

Jurij Gianluca Ricotti


Clicca sulle immagini per ingrandirle
Roma Rock School-bending1
Roma Rock School-bending2




Nessun articolo correlato
il mer 27 maggio 2009 da Roma Rock School
Commenti: 7
non valutato -