Rockaction.it
Myspace Rockaction.it
The Ocean - Pelagial

The Ocean - Pelagial

Pelagial è il climax della discografia dei The Ocean e uno dei punti più alti della storia della scena. Ripetersi sarà praticamente impossibile..ma è tanta la classe che straborda da questo disco che ci si può aspettare di tutto. Questo è il bigliet...

Leggi tutto...

Electric Sarajevo - Madrigals

Electric Sarajevo - Madrigals

Alzo le mani. Niente lascia trasparire inesperienza nel primo lavoro dei romani Electric Sarajevo. Niente è lasciato al caso o abbozzato. "Madrigals" parla chiaro e lo fa fin da subito. A cominciare dall'artwork del disco: elegante nei car...

Leggi tutto...

Anathema - Weather Systems

Anathema - Weather Systems

Gli Anathema sono stati uno dei più importanti gruppi doom di tutto il panorama metal. Cupi, crepuscolari, pesanti e al tempo stesso capaci di un'intimità senza fine: queste le caratteristiche dei loro primi meravigliosi dischi. Destò scalpore dif...

Leggi tutto...

Kyuss - Blues for the Red Sun

Kyuss - Blues for the Red Sun

Nella mente di ogni appassionato del genere stoner-rock, è inevitabile ricordare la formazione simbolo di una band storica come i Kyuss, che riuscì, con pochi mezzi ma con idee chiare, a realizzare uno dei dischi che, di fatto, diede vita al genere s...

Leggi tutto...

Dente - Io tra di Noi

Dente - Io tra di Noi

Dente ha fatto del minimalismo e della semplicità due delle sue caratteristiche principali. Essere se stessi non può essere una colpa, e così chi ha accusato nel passato il giovane cantautore di peccare d'artificiosità, forse dovrà cominciare a ...

Leggi tutto...

Arctic Monkeys - Suck It And See

Arctic Monkeys - Suck It And See

Gli Arctic Monkeys sono tornati e cambiano ancora una volta se stessi e il loro impatto. Suck It And See, il loro nuovo album dal titolo molto discusso, ha lasciato molti con le orecchie tese per sentire se qualcosa del passato della band sia rimast...

Leggi tutto...

Secret, The - Solve et Coagula

Secret, The - Solve et Coagula

Trieste è una città fredda, offesa dalla Bora che la rende più tri(e)ste. Ma i The Secret, formati nel 2003, sono invece caldi e protetti dall’imponente Southern Lord, gente che di certo non si scomoda facilmente per una band italiana. Arrivati al te...

Leggi tutto...



Sleepy Sun - Embrace
" rel="external">http://www.rockaction.it/e107_plugins/coppermine_menu/albums/userpics/10002/normal_sleepysun_embrace.jpg">http://www.rockaction.it/e107_plugins/coppermine_menu/albums/userpics/10002/normal_sleepysun_embrace.jpg" alt="Sleepy Sun - Embrace" width="140" height="140" />
Genere: psych rock
Data uscita: 5/2009
Label: ATP Recordings
Durata: 42 mins
Sito Web: sleepysun.net
Voto: 8.5/10
Recensito da: Ida Stamile

Sleepy Sun - Embrace

Gli Sleepy Sun seguono le rotte lisergiche della psichedelia pura, percorrendo Km e Km di folk, blues ed elettricità da Santa Cruz a San Francisco. Questi giovani freak postomoderni, hippie dal vestito contemporaneo, età della libertà, 22/23 anni, sono: Brian Tice (basso), Jack Allen (bass), Rachel Williams (voce e danza), Bret Constantino (voce e armonica), Evan Reiss (chitarre) e Matt Holliman (chitarre). ”Con alle spalle la foresta e l'oceano”, hanno creato la loro comuni-tà musicale fatta di classic rock americano caldo e acido, orticultura e amore per la pizza.

Embrace è come una serata alla Avalon Ballroom di Chet Helms; è il sound del Fillmore West di Bill Grham; è Creedence Clearwater Revival, Black Sabbath, Grateful Dead.
Già dalla copertina si risvegliano i fasti della “Summer of Love” nella Bay Area,. Un'immagine dal sapore mistico-esoterico, un donna inginocchiata che emana una luce romboidale e che richiama, seppur molto alla lontana, gli inavvicinabili giardini di fantasie della Psychedelic Art alla Rick Griffin, Wes Wilson, Stanley Mouse e Alton Kelly.

Con Embrace si entra nel vivo di questa danza fatta di vibrazioni, luci e colori, un happening, caleidoscopio dai mille suoni.
New Age è tutta sospiri, echi e percussioni, battute d'arresto e riprese ritmiche. Un piano morbido ed onirico accompagna Lord. Red_ Black ha un' inflessione cupa e serrata, mentre Sleepy Son ha una melodia allucinogena fatta di riff e armonica. Golden Artifact ha riverberi orientaleggianti. White Dove è puro sapore di dietilamide. I toni si fanno più delicati per poi sfociare in un suono incendiario con Snow Goddess. Duet With The Northern Sky è una veloce ballata folk.

Questo arcobaleno sonoro irradia le orecchie sprigionando una sorta di musica “controculturale” degli anni 00, strana, magica e multiforme.




il gio 01 gennaio 1970 da Ida Stamile
Commenti: 9
non valutato -