A Perfect Circle – Thirteenth Step

A Perfect Circle – Thirteenth Step

Tutto nasce a Los Angeles nel 1996 dopo l’incontro tra Billy Howerdel e Maynard James Keenan già frontman degli affermati Tool. Dopo una lunga fase embrionale nel 1999 la band giunge alla formazione completa e nel 2000 alla pubblicazione del primo cd “Mer de Noms” per la Virgin Records.

Successo immediato e incredibilmente ampio per una band che si configura come un side project. Dopo una pausa lunga tre anni e la defezione di due membri: bassista e chitarrista, sostituiti da nomi eccellenti quali Twiggy Ramirez (ex Marilin Manson e Nine Inch Nails) e James Iha (ex Smashing Pumpkins) la band pubblica il loro attesissimo secondo album.

Tredici anni di permanenza nell’ambito musicale. Per celebrare questo evento Keenan, conia il titolo del secondo lavoro: “Thirteen Step”. Il processo creativo, presentatosi estremamente lungo e travagliato a causa dell’impegno costante del frontman con i Tool, è caratterizzato dalle stesse sonorità emotivamente travolgenti di “Mer de Noms”, ma con arrangiamenti molto più ricchi e articolati.

I brani, composti totalmente da Howerdel, hanno un’impronta che molti fun associano a quella dei Tool, ma si differenziano totalmente per lo stile e per la componente innovativa. L’unico vero elemento comune delle due band è la voce straordinaria di Keenan, tutte le definizioni, infatti, relative agli A Perfect Circle come seguito dei Tool risultano forzate.

“Thirteen Step” è un album composto da dodici tracce di un alternative rock con venature dark in cui sono totalmente assenti suoni campionati, dj e contaminazioni o sperimentazioni con altri generi. Classico nella sua portata innovativa.

Brani come il bellissimo Weak and Powerless lanciato anche come singolo, la potente Outsider e il pezzo di chiusura Gravity rappresentano al meglio questo “viaggio concettuale attraverso le zone più buie della psiche umana”, come spesso si è definito questo lavoro, che con uno stile personalissimo unisce atmosfere dark a sonorità hard rock e arrangiamenti acustici a complessi riff metal.

Un album imperdibile per gli amanti dell’alternative rock.