Offlaga Disco Pax – Bachelite














Offlaga Disco Pax – Bachelite

Genere:indie-rock , elettronica
Data uscita:02/2008
Label:Santeria
Durata:N.A.
Sito Web:N.A.
Voto:8.0/10
Recensito da:Roberto Paviglianiti
"Offlaga

Offlaga Disco Pax – Bachelite

Ruota intorno ai racconti narrati da Max Collini il secondo lavoro dei reggiani Offlaga Disco Pax. “Bachelite” segna un deciso passo in avanti rispetto al pur valido episodio d’esordio; quel “Socialismo tascabile” che aveva stuzzicato le orecchie dei più attenti.

Nove brani dove sono descritti in maniera spontanea e con un filo di nostalgia, sia i momenti personali di vita quotidiana di un passato neanche troppo lontano, che gli episodi storici visti da una prospettiva che oggi – a distanza di qualche anno -, ha raggiunto la necessaria consapevolezza per essere imparziale.

Riferimenti politici a una sinistra che ormai non c’è più, la descrizione di una società piegata da vizi e modi di una modernità arrivata troppo in fretta, leggendarie storie di miti di una generazione che di imprese mitiche si nutriva e respirava, fanno di “Bachelite” un album apprezzabile e unico; per quel suo modo d’essere spontaneo nell’intreccio e spesso brioso nelle musiche. Spesso, ma non sempre, perché i momenti migliori affiorano proprio negli scenari plumbei di “Cioccolato I.A.C.P.” e combattuti di “Ventrale”. Per il resto è un piacere scorrere le diapositive di un’Italia a cavallo degli anni ’70 e ’80 su basi elettroniche arricchite dalle melodie di basso, chitarra e pianoforte di Enrico Fontanelli, Daniele Carretti (gli altri due lati del micidiale triangolo ideologico degli Offlaga Disco Pax) e degli ospiti del sottobosco italiano: Jukka Reverberi, Francesco Donatello, Andrea Fumagalli.

Una realtà che non lascia spazio alle ovvietà, non rinuncia mai al suo modo d’essere e che, ascolto dopo ascolto, denuncia singolarità espressiva proprio come singolari sono i personaggi e le vicende che ama descrivere. Un applauso.