Vaughan, Stevie Ray & Friends – Solos, Sessions & Encores














Vaughan, Stevie Ray & Friends – Solos, Sessions & Encores

Genere:Blues
Data uscita:2008
Label:Sony bmg
Durata:N.A.
Sito Web:N.A.
Voto:9.0/10
Recensito da:Jacopo Aloisi
"Dave

Vaughan, Stevie Ray & Friends – Solos, Sessions & Encores

Stephen "Stevie" Ray Vaughan è stato uno dei più grandi esponenti della chitarra blues americana. Durante la sua breve vita ha pubblicato quattro album in studio e uno live. La notte del 27 agosto 1990, all'Alpine Valley Music Theater, vicino a East Troy, Wisconsin, dopo aver partecipato ad un grande concerto con Eric Clapton, Robert Cray, Buddy Guy e il fratello Jimmie, sale su un elicottero per tornare al suo albergo di Chicago. Come dichiarato in seguito dallo stesso Clapton, Vaughan, stanco per il concerto, chiede di prendere il posto di Clapton e partire per primo. Poco dopo il decollo il veivolo si schianta contro una collina a causa della fitta nebbia. Le tre persone a bordo, un collaboratore di Eric Clapton, il pilota, e Stevie Ray Vaughan, muoiono nell'incidente.

SOLOS, SESSIONS & ENCORES, in uscita per la Sony Bmg, raccoglie 14 performance metà delle quali live, e tanti “ospiti” come Jeff Beck, Albert King, B.B. King, Paul Butterfield, Marcia Ball, Johnny Copeland, A.C. Reed, Bill Carter e Dick Dale. Oltre a sei inediti, cinque dei quali live, l’album presenta anche “Let’s Dance” di David Bowie del 1983, il brano, numero #1 nel mondo, che ha dato fama universale a Stevie Ray.

Un pezzo importantissimo della storia della musica rock/blues è raccolto in questo album, che merita di entrare nelle collezioni dei migliori amanti del genere e non. Un disco che rende omaggio a uno dei personaggi principali della storia della musica, che il destino ci ha portato via troppo presto.