Il Trento Film Festival giunge alla 56 edizione
















IL TRENTO FILM FESTIVAL GIUNGE ALLA 56 EDIZIONE


IL TRENTO FILM FESTIVAL GIUNGE ALLA 56 EDIZIONE

La 56° edizione del TrentoFilmfestival aprirà come ormai da tradizione con una
sonorizzazione di un film muto: quest’anno però il progetto suona del tutto
straordinario. Saranno, infatti, i Marlene Kuntz, band di culto nel panorama del
rock italiano, assieme a Gianni Maroccolo e Ivana Gatti, ad eseguire la
sonorizzazione del capolavoro di Paul Czinner “La signorina Else”, tratto dal
racconto di Arthur Schnitzler e restaurato dalla Cineteca del Comune di Bologna. I
Marlene Kuntz improvviseranno dal vivo sulla scia delle immagini di un film
visionario ed esaltante, che si addice perfettamente alla sperimentazione condotta
tra melodia e inquietudine, che la loro musica rappresenta.
Sempre nel segno del rock anche l’apertura di MontagnaLibri, la più prestigiosa
rassegna internazionale dell’editoria di montagna, che annualmente affianca il programma cinematografico del TrentoFilmfestival: ad inaugurarla il progetto di
Enrico Brizzi e Numero 6, un reading in concerto dal titolo “Il Pellegrino dalle
Braccia d’Inchiostro”. Una collaborazione fra una band-fenomeno dell’indie rock
nostrano e uno degli autori più amati dalle nuove generazioni. Invocando i numi
tutelari (Pier Vittorio Tondelli in primis) l’autore bolognese e la band di Genova
daranno vita a uno show di un’ora circa, capace di restituire il pathos di una
narrazione alla potenza genuina e sonora delle parole. Un progetto che vuole
essere una fusione fra recitato e cantato, fra l’incalzare della lettura e l’energia della musica dal vivo, dedicato, come recita il sottotitolo, ai viandanti del XXI secolo.

Il programma musicale si completa con una proposta originale dal titolo “Canti
Migranti”, uno spettacolo ideato dal compositore trentino Carlo Casillo e il gruppo
Miscele d’aria, che rivisita i canti tradizionali trentini sulle tracce di coloro che
sono emigrati nel mondo. Una proposta di contaminazione di elementi etnici e
moderni, dalle influenze africane, a quelle mediterranee, dai balcani al klezmer fino
alla tradizione popolare italiana: un metissage a cui non sono estranei elementi
tratti dal funky, il jazz e il reggae. Lo spettacolo è coprodotto da TrentoFilmfestival
e Centro S. Chiara.

Le proposte musicali accompagneranno questa 56ª edizione del TrentoFilmfestival
che, sotto la direzione artistica di Maurizio Nichetti, prenderà il via il prossimo 22
aprile e fino al 4 maggio proporrà una ricca selezione di film, fiction e documentari.
Un programma che si sta delineando nel segno di una ricca selezione di film
narrativi e documentari d'autore che presenteranno racconti emozionanti di uomini
in relazione agli spazi della natura, della montagna, dell'avventura. In prima
italiana al TrentoFilmfestival torna Joe Simpson che si confronta con la temuta
parete nord dell’Eiger in una avvincente storia di alpinismo: il film “The Beckoning
Silence”, tratto dal racconto omonimo, pubblicato da Mondadori con il titolo è un
pretesto per riflettere sul senso dell’impresa d’alta quota e sui suoi rischi. La regia
di Louise Osmond, lontana dai toni eroici di “La morte Sospesa”, ha un ritmo
incalzante che regala immagini di grande qualità. Per gli scalatori più appassionatiè da segnalare “Catherine Destivelle, passion des cîmes”, il ritratto poetico e
sensibile, ripetizione di tre grandi vie classiche nel Massiccio del Monte Bianco.
Tra le anticipazioni è da raccomandare “Dans la peau d'un èvadé du Gulag”, la
riscrittura di una tragedia storica legata ai campi di lavoro forzato dell’ex-Unione
Sovietica: due giovani registi francesi, Cyril Delafosse-Guiramand e Guillaume
Tourlourat, rintracciano i percorsi di evasione dai gulag russi e attraverso le loro
riprese ricostruiscono la drammatica fuga di chi, in una lotta estenuante per la vita,
dal porto russo di Magadan percorreva 11.000 km di calvario per arrivare a
Vientiane, odierna capitale del Laos.

Nel calendario delle attività collaterali si rinnova l’appuntamento in Piazza Duomo
a Trento con la Coppa del Mondo di arrampicata di velocità. E poi ancora
mostre, conferenze a tema, incontri con scrittori e registi contribuiranno ad
arricchire un cartellone fitto di appuntamenti, che attraverso una proposta culturale
variegata testimoniano l’impegno della ricerca degli ideatori del più antico festival
internazionale di film dedicato alla montagna, all’esplorazione e all’avventura.

22/04 – 4/05/2008
www.trentofestival.it

TRENTOFILMFESTIVAL
Via S.Croce, 67
Centro Santa Chiara

C.P. 402 – Trento Centro

I-38100 Trento
Tel +39 0461 986120
Fax +39 0461 237832
mail@trentofestival.it

Ufficio stampa
Artlink
Chiara Veronesi
M +39 349 6031544
chiara.veronesi@trentofestival.it

Barbara Gambino
M +39 346 5001654
pressoffice@artlink.it

Trento
Marco Benedetti
T +39 0461 986120
marco.benedetti@trentofestival.it

soci promotori
Comune di Trento
Club Alpino Italiano
Città di Bolzano
main sponsor