Kitty, Daisy e Lewis@Micca Club, Roma 17/04/2009

Kitty, Daisy and Lewis@Micca Club, Roma 17/04/2009

di Giuseppe Pugliese

Come gli induisti bagnano le cenere dei propri cari nel Gange per far salvare le anime di questi al cielo, i coniugi Durham devono aver immerso il proprio patrimonio genetico nel delta del Missisipi garantendo ai propri pargoli la benedizione degli Dei del vecchio Roots Rock n’ roll. I tre fratelli Kitty (16 anni), Daisy (20 anni) e Lewis (18 anni) sembrano esser stati teletrasportati dagli anni 50 ai giorni nostri, totalmente anacronistici nel look e nei gusti musicali riempiono il Micca di folti ciuffi da teddy boy e frangette in stile Bettie Page de’ Noantri. I genitori, Graeme Durham ( chitarrista blues) e Ingrid Weiss (ex batterista del gruppo punk delle Raincots) accompagnano al contrabbasso e alla chitarra le tre piccole canaglie nei live in giro per l’Europa (e prossimamente anche negli States).

"Kitty,

Quasi a rivendicare un’indipendenza artistica Kitty e Daisy inaugurano la serata con una ritmata esecuzione a cappella di“Walk right in, walk right on”. La scaletta del concerto è tutta incentrata sulle cover del loro primo album, i brani scelti nascono da un’impeccabile esplorazione dei territori del country-western, del R&B, dello swing e perfino dell’Hawain rock. I fratelli Durham affrontano il palco con un’incredibile naturalezza riuscendo ad alternarsi continuamente alla voce e agli strumenti. Con un approccio totalmente grezzo e perfino scoordinato sul piano fisico, regalano alla platea il coinvolgente entusiasmo di chi ha voglia solo di suonare e divertirsi. Il live si distanzia poco dal disco che non essendo stato registrato in digitale conserva il suono sporco e caldo degli strumenti d’epoca. Nonostante diverse imperfezioni ed asincronie soprattutto nella sessione ritmica, Kitty, Daisy e Lewis non solo incuriosiscono per le caratteristiche già dette ma per la capacità di riproporre vecchi classici senza essere ossequiosi ma, addirittura in alcuni casi, risultano capaci di superare la fattura estetica degli originali come per il singolo “Going up the country”, vecchio brano dei Canned Heat.
Sebbene si venga piacevolmente distratti dal girovagare dei tre sul palco, si riescono a notare le peculiarità di ognuno di essi. Kitty nella sua mise da pin-up anni 50, è la leader carismatica del gruppo, forte di una vocalità “nera” talvolta forzata ma mai banale. Lewis col ciuffo alla Elvis e in completo di 2 taglie più grandi offre la sua voce calda e tenera e gli interessanti riff sulla lap steel guitar . Infine la primogenita Daisy colpisce per la totale mancanza di grazia nei movimenti alle percussioni e per sguardi assenti degni della migliore/peggiore Amy Winehouse, ma regala anche il miglior cantato della serata con “I got my mojo workin” del grande Muddy Waters.

"Kitty,

Nella parte finale del concerto, viene ospitato sul palco il vecchio artista rocksteady Eddy “Tan Tan” Thornton , grazie alla tromba del quale viene presentato il nuovo singolo inedito scritto da Kitty. “Baby Hold me Tight” oltre a suonare come una canzone d’atmosfera per gli aperitivi radical-chic natalizi ha il pregio di avere una struttura jazz che dal vivo si manifesta nei soli della tromba e del contrabbasso. Con assoluto atteggiamento anti star-system l’allegra famiglia Durharm regala il bis salutando il pubblico italiano con una godibilissima “Buonasera Signorina” di Fred Buscaglione; il pubblico così non può che baciare idealmente e dare la buona notte ai tre enfants prodiges inglesi mentre Kitty ancora canta “..Kiss me, Goodbye!” (Giuseppe Pugliese)

Durata: 70 minuti.

Scaletta:

1)Walk right in, walk right out – Kitty & Daisy a cappella
2)Mean son of a gun – Kitty voce, Daisy batteria, Lewis chitarra, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
3)OOO Wee – Daisy voce, Kitty batteria, Lewis piano, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
4)Blue Moon – Lewis voce e chitarra, Kitty armonica, Daisy batteria e beatbox, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
5)Going up the country – Kitty voce e armonica, Daisy batteria, Lewis chitarra, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
6)Bugging Blues – Lewis voce e piano, Kitty chitarra, Daisy batteria, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
7)Honolulu Rock-a Roll-a – Kitty voce e toy guitar, Daisy percussioni, Lewis Lap steel guitar Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
8)Swinging Hawaii – Kitty voce, Daisy percussioni, Lewis Lap steel guitar, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
9)HilliBilly music – Lewis voce & banjo, Daisy fisarmonica, Kitty banjo, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
10)I got my mojo working – Daisy voce, Lewis piano, Kitty armonica, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
11) I’m sorry – Kitty voce chitarra, Lewis batteria, Daisy xilofono, Eddy “Tan Tan” Thornton tromba, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
12) Baby, Hold me tight con Eddy “Tan Tan” Thornton – nuovo singolo – Kitty voce e chitarra, Lewis batteria, Daisy xilofono, Eddy “Tan Tan” Thornton tromba, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
13) Going up to the country – Kitty voce e chitarra, Daisy batteria, Lewis chitarra. Eddy “Tan Tan” Thornton tromba, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.
Buona sera signorina – Kitty voce, Lewis piano, Daisy batteria, Eddi “Tan Tan” Thornton tromba, Graeme Durham chitarra, Ingrid Weis contrabbasso.