Ministri @ Marghera (Venezia) Rivolta p.v.c 26/2/2011

Per uno spaccato di giovane e buona musica italiana, il 26 febbraio, bisognava trovarsi al Rivolta P.V.C di Marghera (Venezia). I Ministri, trio milanese, composto da Davide Autelitano (basso e voce). Federico Dragogna (chitarra), Michele Esposito (batteria) e accompagnati, per questo tour del nuovo album “Fuori”, da F Punto ( chitarrista e tastierista); sono una vera propria ventata di aria fresca nella musica italiana.

Quest’ultimo cd, i cui testi sono stati scritti tutti dal chitarrista a parte il singolo “alberi”, non ha ancora convinto i fan veterani, ma trovo, invece, che ci sia qualcosa di molto buono e che in live esplode in una potenza incontenibile. La carica esecutiva e la presenza scenica travolgente hanno creato uno stato di generale adrenalina.

Guardarli in brani come Tempi bui (singolo del secondo cd) mentre venivano illuminati da luci intermittenti, portava tutto in un’altra dimensione. Il pubblico è completamente trasportato dal bridge di “Noi Fuori”, lasciando in uno stallo di emozione il cantante, che non si è lasciato intimidire dalle transenne per farsi avvolgere dal pubblico.

Un finale travolgente sulle note di “Diritto al tetto” e “Abituarsi Alla Fine”, in cui il cantante si lascia andare creando un’atmosfera come in una bolla di sapone, dove tutti pendavamo dalle sue labbra e dai suoi gesti agitati per poi sfociare in uno sfogo d’energia coinvolgendo tutti i componenti del gruppo e il pubblico che tratteneva il respiro per poi urlare con loro.

Ultimamente la musica è molto ripetitiva ma i Ministri, soprattutto in live, rigenerano e danno vita a qualcosa che ha una marcia in più. Sabato hanno dimostrato un’enorme potenziale che speriamo continui con nuovi esperimenti musicali.