Rock Tv Birthday Party @ Alcatraz Milano 20/11/2010

Molte sono le occasioni per vivere un evento all’insegna del Rock nel nostro Paese ma poche sono all’altezza di essere ricordate per molto tempo. Sicuramente all’interno di questa lista possiamo inserire il compleanno di Rock Tv, canale satellitare interamente dedicato al Rock, ai suoi artisti ed alle sonorità più svariate che girano intorno a questo fantastico mondo, ed in particolare questa nona edizione strapiena di band e musicisti vari nonché completamente, ma chi poteva avere dubbi a riguardo, all’insegna della musica.

Un’organizzazione impeccabile per un evento che almeno sulla carta non richiedeva molti sforzi: location al chiuso, il famoso Alcatraz di Milano, scaletta rigidamente strutturata, due o al massimo tre brani per ogni band alternati da altrettanti pezzi scelti dal Rock dj della serata (per avere il tempo di ottimizzare la strumentazione al gruppo entrante), con la comparsa di qualche special guest di tanto in tanto per tenere alta l’attenzione del pubblico. Tutte le sfumature del Rock sono state toccate: gli appassionati di sonorità heavy sono stati accontentati con gli Extrema ed il loro approccio duro ed intransigente e con i Labyrinth, capeggiati da Roberto Tiranti ed Olaf Thorsen molto famosi nella scena power italiana, mentre i seguaci del rock alternativo hanno trovato pane per i loro denti con i Vanilla Sky. Con i Dufresne, che sono entrati subito dopo la band ufficiale di Rock Tv apripista dello show, si è gustata una parentesi metal-core tutta italiana, mentre l’opportunità di vivere la musica all’insegna del divertimento è stata offerta da Meganoidi e Roy Paci, tutti in grandissima forma per la serata e pronti a riconfermare gli auguri a Rock Tv. Peccato per l’esibizione dei Tre Allegri Ragazzi Morti, un pò sottotono rispetto agli altri con il loro ska-rock decadente, e per l’assenza di Pino Scotto, attesissimo dal pubblico ma bloccato dalle sue parti a cuasa di problemi familiari.

C’è stato anche il momento per qualche special guest come Andy Kamikaze che con chitarra e grancassa al piede ha realizzato uno show completamente autonomo trascinando il pubblico per un blues alla Elvis ed un Johnny Cash assolutamente avvolgente, e Bunna famoso leader degli Africa Unite che ha vestito i panni di dj proponendo una “Jump” dei Van Halen in versione raggae. Lo show si è chiuso con gli italianissimi Lacuna Coil, ormai famosi per aver portato il loro nome anche oltre confine.

Numerosissimi i presenti già dalla prima mezz’ora dall’apertura delle porte, le teste tra il pubblico non si contavano e l’atmosfera diveniva calda ancor prima che i grandi nomi si esibissero. Una grande risposta del pubblico che è stata ampiamente ripagata da esibizioni veramente all’altezza ed un’acustica quasi impeccabile, il tutto comandato da vari cameraman ed una regia che garantisse un’ottima resa anche per gli spettatori da casa. Pochi stand, molto spazio per i presenti che volevano godersi un vero show live, un concerto vero e proprio, senza fronzoli né scenette goliardiche ma solo tanta musica. Complimenti Rock Tv e buon compleanno!