Stone Hand of Doom (Day 1) – Roma, Sinister Noise, 16/5/2008














Stone Hand of Doom (Day 1) – Roma, Sinister Noise, 16/5/2008

Artista:Stone Hand of doom
Luogo:Roma, Sinister Noise
Data:16 Maggio 2008
Durata:N.A.
Autore:Giuseppe Celano

Stone Hand of Doom (Day 1) – Roma, Sinister Noise, 16/5/2008

Un giorno da ricordare e da raccontare anche ai posteri.

Si apre qui la quarta edizione dello Stoned Hand Of Doom, festival capitolino che si sta imponendo nella realtà underground italiana come uno degli eventi più interessanti in assoluto per gli amanti delle sonorità doom e stoner, ma non solo!! La prima serata è affidata a tre band della scena italiana capaci di far capolino anche all’estero e che non hanno nulla da invidiare ai più blasonati nomi del resto d’Europa. Ne è testimonianza la cristallina qualità della musica proposta questa sera da Godwatt Redemption, Zippo e Doomraiser. Il compito di rompere il ghiaccio è affidato ai Godwatt Redemption, trio proveniente da Frosinone che non si fa affatto intimidire dalla situazione, riuscendo ad incendiare palco e pubblico con una miscela rock al fulmicotone, sporcato spesso da un sound pastoso. Sono in tre, ma non si direbbe, e suonano come un gruppo rodato da anni. Alla fine del set sono conscio di aver assistito allo show di una neo-band in assoluta crescita. Gli Zippo (Pescara) sono ormai una realtà più che consolidata. Dopo il brillante esordio del 2006 intitolato “Ode To Maximum”, i “bambini prodigio” non sono rimasti seduti ad ammirare e bearsi dei consensi ottenuti. Il loro cammino è sfociato nella composizione di un nuovo album che vedrà presto la luce. Questo show è l’occasione per presentare, in anteprima, alcuni nuovi pezzi. Ciò che ne scaturisce può essere riassunto dagli aggettivi “mastodontico” e  “granitico”.
La band è maturata e i brani (complessi ed articolati) hanno un retrogusto progressive, mantenendo dal vivo una carica esplosiva che investe il pubblico con tonnellate di watt! La chiusura della serata è affidata ai veterani Doomraiser. Inutile spendere parole per elogiare la band romana, sono una garanzia senza bisogno di ulteriori conferme. Show intenso, pesante, nero e coinvolgente come poche band al mondo sanno fare. Suonano in casa ed il pubblico risponde a dovere. Sala piena e sudore rarefatto nell’aria ne sono la testimonianza. In attesa del nuovo album per ora ci accontentiamo di questo show. Il primo giorno dello Stoned Hand Of Doom è un successo e l’atmosfera che si respira fuori dal Sinister Noise è elettrizzante.