Teatro degli Orrori @ Circolo degli Artisti, Roma 3/3/10














Teatro degli Orrori @ Circolo degli Artisti Roma 3/3/10

"Teatro


Teatro degli Orrori @ Circolo degli Artisti, Roma 3/3/10

di Gianluca Lambiase

Il Teatro degli Orrori è un vortice impietoso che ti travolge e ti tormenta; lo fa mischiando un sound noise a un rock tirato a lucido con un pizzico di attitudine cantautoriale e l'appiglio, ovviamente, teatrale. Il Circolo degli Artisti è stracolmo di gente, persone che dopo solo due album li hanno adibiti a loro seconda pelle. Ad aprire la serata ci pensa Danny Greggio, un artista/personaggio che tra monologhi, soliloqui e divertenti stornelli dà un'indicazione chiara di quella che sarà la serata.

Poi arrivano loro, la sala si infiamma, il pogo si scatena e il vortice di cui sopra non trova difficoltà a coinvolgere tutto ciò che trova. Il teatro di Capovilla e soci gioca al perenne rilancio, cavalca ritmi impetuosi che piacevolmente stordiscono. Gli inserti melodici vengono salutati dal pubblico come un momento per tirare il fiato e poi giù, di nuovo, a picchiare duro e a pregare tutti insieme affinchè il Padre Nostro punisca per sempre coloro che stanno distruggendo questo mondo.

"A Sangue Freddo", "Direzioni Diverse", "Mai dire mai", mettono in discussione la stabilità della sala. Nel corso della serata vengono registrati frame che verranno inseriti nel video del prossimo singolo (E' Colpa mia): motivo in più per dare l'anima. Capovilla, frontman d'altri tempi, malgrado una frattura alla mano, si lascia andare a svariati stage diving. Il carrarmato rock del Teatro degli orrori suona per più di un'ora e mezza quasi tutto il loro ultimo lavoro e gran parte di "Dell'impero delle Tenebre" (su tutte vanno segnalate "Il Turbamento della gelosia" e "Maria Maddalena").

Un rock poetico ad alto voltaggio che fonde insieme passione sociale, riflessioni intimiste, canzone d'autore, provocazioni politiche e atmosfere oniriche. Il live, senza dubbio, la loro dimensione idelae.