Mike Portnoy lascia i Dream Theater






Dream TheaterLo storico batterista dei Dream Theater anche fondatore e produttore della band, Mike Portnoy, ha rilasciato un'intervista shock nella quale ha dichiarato di abbandonare i Dream Theater, la sua band dal 1985. Non è stata una separazione tranquilla, già ultimamente Mike si era dedicato ad altre esperienze musicali e la band era pronta a ripartire ma le cose non sono andate per il verso giusto. Qui di seguito vi riportiamo la dichiarazione rilasciata dal tecnicissimo drummer.

“Dopo 25 anni, ho deciso di lasciare i DREAM THEATER… il gruppo che ho fondato e amato appassionatamente per un quarto di secolo.

Per molti sapere di questa decisione sarà uno shock, altri la leggeranno nella maniera sbagliata, stati certi che non è stata una decisione facile, è qualcosa con cui sto lottando da almeno un anno…

Dopo le fantastiche esperienze con HAIL!, TRANSATLANTIC e AVENGED SEVENFOLD nell'ultimo anno, sono tristemente giunto alla conclusione che mi sono divertito maggiormente e ho avuto migliori esperienze personali di quanto io abbia avuto, da un bel po' di tempo, nei DREAM THEATER.

Non fraintendetemi, amo i ragazzi dei DREAM THEATER e ho un legame profondo con loro che dura da anni… penso solo che abbiamo bisogno di un break.

I DREAM THEATER sono sempre stati come un figlio, che ho nutrito ogni singolo giorno della mia vita dal 1985… 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, 365 giorni l'anno… senza mai staccarmi dalle infinite responsabilità che ne derivano, anche nei periodi 'off'… lavorando per il gruppo molto più di quanto avrebbe mai fatto una persona sana di mente.

Ma sono giunto alla conclusione che la macchina DREAM THEATER cominciava a bruciarmi… e che ho davvero bisogno di una pausa per salvare la mia relazione con gli altri componenti del gruppo e mantenere il mio spirito DREAM THEATER affamato e ispirato.

Sono 20 anni che non interrompiamo il ciclo scrittura/disco/tour (dei quali ho supervisionato OGNI aspetto senza mai una pausa, e anche se qualche mese lontano dagli altri durante gli anni è stato d'aiuto, ho sperato che che la band avesse potuto esser d'accordo nel prendere una piccola pausa e ricaricare le batterie…

Tristemente, parlando coi ragazzi, è emerso che non condividono la mia opinione, hanno deciso quindi di continuare senza di me piuttosto che farmi respirare. Mi sono anche offerto di partecipare occasionalmente agli impegni della band durante il 2011, ma non ne hanno voluto sapere…

Anche se mi fa davvero male pensare i DREAM THEATER senza Mike Portnoy (cazzo, mio padre ha dato il nome alla band!!), non ho voluto impuntare i piedi… così ho deciso di sacrificare me stesso e lasciare semplicemente il gruppo.

Straamente ho da poco letto un intervista dove mi si chiedeva del futuro dei DREAM THEATER, e io ho parlato di 'seguire sempre il proprio cuore e rimanere coerenti a se stessi'… Tristemente in questo momento il mio cuore non è coi DREAM THEATER… non sarei coerente con me stesso se mi prendessi l'obbligo di restare senza la pausa di cui sento di aver bisogno.

Auguro il meglio ai ragazzi e spero che l'eredità musicale che abbiamo lasciato sia ispirazione per i fan nei decenni avvenire… Sono fiero di ogni album che abbiamo fatto, di ogni canzone che abbiamo scritto e di ogni show che abbiamo suonato…

Sono dispiaciuto verso tutti i fan dei DREAM THEATER nel mondo… giuro di aver tentato di salvare la situazione e di far si che funzionasse… volevo solo una pausa non una rottura… ma la felicità non può essere forzata, deve venire da dentro.

Voi fan dei DREAM THEATER siete i migliori del mondo e, lo sapete, mi sono sempre fatto il culo per voi. Spero mi potrete accompagnare nella mia futura carriera musicale, ovunque mi conduca… (e come potrete immaginare, ci saranno presto molti progetti firmati Mike Portnoy)”

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.