Sul futuro dei Judas Priest

Recentemente Rob Halford ha rilasciato un'intervista al giornalista spagnolo Rafa Basa nella quale ha utilizzato termini confidenti circa il futuro della band. Peccato che da qualche mese era stato annunciato l'avvio dell'Epitaph Tour (cioè il tour d'addio). Nell'intervista riportata in basso il cantante parla di altri concerti e di grande piacere a suonare con i Judas Priest.
“It's a very open set of opportunities, of course. We will still be making shows, we won't be going out on these long, massive world tours as much. But we'll still be getting together every now and again and doing a festival here and there. Personally, I don't see any reason why we need to stop the writing and the recording, because that's always a great joy and pleasure and it's not as stressful and difficult, physically and mentally, as a tour. So yeah, the future is not really laid out for certain, but I guess we'll just be and do what we've always tried to do as a metal band, which is, in one way or another, still keep recording and still do some shows.”
 
“È una vasta gamma di opportunità, ovviamente. Faremo ancora concerti, però non faremo più grandi tour mondiali come prima. Ma noi continueremo a stare insieme in ogni momento, per partecipare ai festival qui e là. Personalmente, non vedo motivi per cui dovremmo smettere di scrivere e di registrare, perché è sempre stato un grande piacere fisico e mentale, e non stressante come un tour. Si, il nostro futuro non è ancora dato per certo, ma credo proprio che continueremo ad essere, e a fare, ciò che abbiamo sempre cercato di fare come band, che è, in un modo o nell'altro, continuare a registrare, e ad esibirci dal vivo”