2Pigeons – Land

2Pigeons – Land

La limpida illogicità di un'arte sonora, che sfocia in un eclettismo imprevedibile, è il marchio di fabbrica dei “piccioni mutanti” 2Pigeons: Chiara Castello (ex voce dei Museo Kabikoff), dalla voce androgina e splendidamente multiforme, e Kole Laca (fondatore degli East Rodeo), impeccabile manipolatore di suoni. Due solitari replicanti, che attraverso percussioni, tastiera, synth, kaos pad, e loop station, moltiplicano le sonorità sino a nobilitarsi al rango di band vera e propria.

In totale assenza di computer, sfornano l'atemporale “apparato tecnologico” Land costellato di 9 pianeti dall'intergalattico sound. Partendo da territori elettronici, gli “abitanti” di Land raggiungono inesplorate sperimentazioni, cosmiche miscele contemporanee di forma canzone, drum & bass, trip hop, jazz e rock. Nell'universo di Land c'è il supereroe di Biko che si batte a colpi acidi di tastiera e sax; la picciona che ha paura di volare (Boing 737); il fidanzato invadente di Broken Umbrella che varca l'innesto melodico di voce e basso. Un suono catartico e incalzante di pianoforte sorregge invece la Signora dei Leoni in Circus Lady, mentre in Fairuz assistiamo alla danza sensuale di una ballerina libanese. I-Land descrive la solitudine di un'amante, seguendo unicamente voce e piano; la ritmica filastrocca Open Doors vive degli strumenti che si raccontano. Chiudono The River, sulla scia di un vibrafono, e You Don't.

Land è un luogo immaginario tutto da scoprire e perlustrare ascolto dopo ascolto. È meravigliosa schizofrenia acustica, libera e personale, tribale e poliedrica.