Agaskodo Teliverek – Psycho Goulash

Agaskodo Teliverek – Psycho Goulash

Divertenti, maliziosi, schizoidi. Gli Agaskodo Teliverek – formazione di base a Londra guidata dai chitarristi ungheresi Miklos “Miki” Kemecsi e Tamas “Tomi” Szabo – arrivano alla pubblicazione del secondo album dopo aver ben impressionato – e spiazzato – con il debutto omonimo del 2006.

“Psycho Goulash” segna l’ingresso definitivo in squadra della giapponese Hiroe Takei (voce e keytar) che rende ancora più intrigante e cervellotico il suono di un gruppo versato alle sonorità trasversali, legittimo ereditiere del tesoro compositivo della strippata generazione guidata da Captain Beefheart e avulso da qualsiasi definizione stilistica conosciuta.

Tredici pezzi veloci – quasi del tutto strumentali – che fanno leva sull’immediatezza espressiva e sulla capacità degli Agaskodo Teliverek di rendere fluido un discorso complicato, errante, che a volte sembra dirigersi verso uno spazio sonoro totalmente astratto. Le chitarre di Miki e Tomi duellano a colpi di melodie e danno vita a un mood a metà strada tra il ballabile (“Perrrgo”), il pandemonio calcolato (“Garbage Pale Crocodile”), e una sorta di punk japan-oriented (“Kamikaze Curry Bun”) che riesce nella non facile impresa di incollare alla sedia l’ascoltatore fino all’ultima sterzata ritmica.

La formula degli Agasako Teliverek funziona e conquista, perché è in grado di sorprendere e stupire continuamente. La band è la prima a non prendersi sul serio (sul myspace trionfa un “We Are Totally Incompetent”) e rischia rovinose cadute, ma ottiene quello che molti si limitano a sognare: uno stile proprio e inconsueto.