Amorphis – Skyforger

Ultimo lavoro discografico dei finlandesi Amorphis, Skyforger si presenta, contrariamente alle mie aspettative con pochi brani di rilevante spessore. Silver Bride, Sky is mine e Majestic Beast restano impressi nella memoria dell'ascoltatore ricordandogli le potenzialità di questa band. Non mancano pezzi duri, dai toni forti e le classiche aperture melodiche che hanno fatto la fortuna di questa band, ma ad un ascolto più attento ed accurato ci accorgiamo, nostro malgrado, che tutti i brani sembrano assomigliarsi troppo tra loro. Nel suo complesso quindi, l'album non brilla come i precedenti, ma sembra al contrario più incline al raccogliere melodie dal successo facile rischiando in questo modo di tradire la linea originaria. Un album mediocre Skyforger, giudizio personale confermato dal fatto che, anche durante i più recenti live a cui ho avuto modo di assistere, il gruppo preferisce suonare prevalentemente le vecchie glorie, lasciando uno spazio risicato al loro nuovo lavoro rappresentato ufficialmente ed unicamente dalle uniche tracks di un certo interesse da me sopra menzionate. Ci auguriamo che il loro prossimo lavoro sia migliore e aspettandolo restiamo fedeli alla linea, ascoltando ancora una volta lo splendido Silent Waters.