Dieciunitàsonanti – Manuale d’Ascesa e Caduta

Le dieciunitàsonanti sono Valentino Orciuolo (basso, tastiere, campionatori, elettronica varia, cori); Alessandro Santucci (chitarre elettriche e acustiche, lapsteel, mandolino, e-bow, cori); Alessandro Sfasciotti (voci, chitarre elettriche e acustiche);Raffaele Violante (batteria, glockenspiel e percussioni, cori). Dopo cinque anni di distanza dall'Ep autoprodotto La Cura Migliore (2005), il quartetto romano esordisce col suo primo full length,Manuale d'ascesa e caduta. L'album si muove seguendo la linea di un pop-rock leggero e orecchiabile, dalla tecnica compositiva semplice. Le undici tracce, tra le quali spiccano maggiormente la title track Manuale D'Ascesa e Caduta e Forse solo un'ossessione, puntano a testi dai contenuti attuali sorretti da un sottile velo d'incertezza nei confronti del futuro e da un pizzico d'ironia e di "cinico realismo", restituendo così un album dai connotati agrodolci e pregno di metafore testuali e citazioni, come il riferimento a Paz in Avvenimenti che sconvolsero il mondo. Il disco scorre velocemente, affidandosi a un ascolto gradevole. Manuale d'ascesa e caduta è in definitiva un lavoro buono e di facile presa, ma che non riesce a lasciare totalmente il segno, risentendo di arrangiamenti radiofonici e di melodie non molto originali. Le grandi potenzialità dei diuesse andrebbero affidate a una maggiore audacia compositiva, in favore di una più interessante ricerca di peculiarità artistica.