Electric President – The Violent Blue

Electric President – The Violent Blue

Un disco ipnotico. Un viaggio interstellare costruito su una base acustica e su una buona dose di elementi sintetici ed elettronici. Il duo americano che, da ormai dal 2003 ha assunto il nome di Electric Presidente, sforna un quarto disco dalle qualità sorprendenti.

Ci sentiamo di sottolineare il fatto che “The Violent Blue” rappresenti un prodotto che non poggia sulla forza delle singole tracce ma sulla emozione che suscita l’intero lotto. Il coinvolgimento dell’ascoltatore deriva dunque dalla consapevolezza di trovarsi di fronte ad un disco “diverso”, il quale somiglia tanto ad una pietra miliare che rompe gli schemi e che finalmente riesce a proporre qualcosa di nuovo in questo scialbo panorama attuale.

Come una dolce serata d’estate, il lavoro scorre via che è una bellezza, tra delicati passaggi chitarristici e devastanti esplosioni di elettricità (che per certi versi richiamano alcune idee già sentite nei dischi del migliore post rock di fine anni ’90). Per il resto diciamo solo che la voce di Ben Cooper si sposa perfettamente con le trame pacate e decisamente in chiaroscuro che il disco propone, anche attraverso le liriche. Consigliato.