Elektrocution – Trouble Magnet

Undici tracce stipate in mezzora compongono "Trouble Magnet", il nuovo lavoro in studio degli Elektrocution, band francese attiva da diversi anni con un buon seguito in patria e in Belgio. Il loro modo stilistico si rifà alle classiche coordinate del rock anglo-americano, con chitarre e voce in primo piano, basso e batteria a sostenere un andamento ritmico che non si licenzia mai dal proprio credo.

Peculiarità ben in evidenza già nell'opener "Crystal Clear" e confermate – con una decisa accelerazione esecutiva – nella seguente "Sweet Caroline", con poche sorprese nel resto del programma. I ragazzi si mantengono nei loro binari, senza strappi in un andamento che tradisce una certa monotonia e che conosce i propri momenti migliori quando è la melodia a prendere il sopravvento ("Everything I Touch I Break"), e quando la velocità sostenuta lascia spazio a un pizzico di introspezione e profondità espressiva ("Babylon By Bus").

Buon rock, non v'è dubbio, ma per spostare gli equilibri emozionali servirebbero azzardi ben più corposi.