Eluveitie – Slania

Eluveitie – Slania

Ben 10 sono i musicisti che si celano sotto il nome di Eluveitie. Questo combo svizzero fa del suo numero la sua forza, poiché sono presenti tutti quegli strumenti e le differenti tonalità di voci (sia maschili che femminili) che ben amalgamate tra loro permettono alla band di ottenere un risultato finale congeniale alle coordinate espressive del folk metal e del celtic metal d’alta scuola.

Questo intento, sinceramente, non si concretizza per tutte le tracce del lavoro in questione,“Slania”, ma nel complesso gli Eluveitie sono fautori di un sound veramente coinvolgente e di forte impatto, che comunque non disdegna passaggi strumentali più intimi che richiamano alla bellezza della natura nordica, incontaminata e solenne,e dei paesi celtici, riprendendone storia e leggende.

Non c’è da meravigliarsi allora se ascoltando “Slania” si ha la sensazione di riscoprire quell’elemento goliardico che ha reso tanto amati i Korpiklaani, o i fraseggi più poetici dei Crauchan, pionieri del celtic metal irlandese e tra i primi ad inserire nel quadrato panorama della musica metal strumenti tanto particolari come il tin whistle,(il flauto irlandese), e il bodhran,( strumento a percussione fatto con la pelle di capra), protagonisti del sound degli Eluveitie

A tutto ciò si accosta una palese somiglianza con lo speed-death metal dei Dark Tranquillity (soprattutto la voce) e la ritmica di “Clayman” degli In Flames: e proprio questo denota in parte i limiti degli svizzeri, molto bravi a proporre degli stilemi musicali che giustamente continueranno a fare la fortuna di tantissime altre metal-band (fino a quando?) ma ormai noti e troppe volte ascoltati, incapaci di generare un proprio sound veramente personale ed originale.

Da segnalare l’ottima produzione Nuclear Blast che ha prodotto e curato il lavoro nei minimi particolari, incluso il mini dvd.