Gilmour, David – Arnold Layne

Gilmour, David – Arnold Layne

David Gilmour è sempre stato molto vicino alla vicenda umana e artistica di Syd Barrett. Fin dai tempi degli slanci solistici del “pazzo diamante” ha tentato di colmare il lato mancante dell’universo barrettiano, anche se, con risultati non sempre positivi.

Oggi che Syd non c’è più, David dedica alla sua memoria questa riedizione di Arnold Layne, il primo leggendario singolo della saga pinkfloydiana.

Due versioni registrate dal vivo; una cantata dal compagno d’avventure Rick Wright, e l’altra interpretata da uno dei tanti artisti folgorati dall’arte barrettiana: David Bowie. Entrambi i pezzi sono molto fedeli all’originale, ma mancano un pochino sotto l’aspetto interpretativo.

Terzo e ultimo brano del cd è Dark globe, realizzata da Gilmour durante il tour europeo della scorsa estate. Un’impeccabile esecuzione acustica eseguita con la consueta perizia stilistica, ben lontana dalle barcollanti e poetiche versioni di Barrett.

Un estremo gesto d’affetto che comunque non rende pieno merito alla figura di Syd. I Pink Floyd (incluso Waters) avrebbero, proprio in questo momento, il dovere di non farsi scappare l’ennesima occasione di risarcire il loro ispiratore e padre artistico.