Godsmack – IV

Godsmack – IV

“Godsmack IV” è l’ultimo lavoro della band di Boston. Undici tracce che arrivano dopo quattro album di ottima qualità che non presentano, però, alcuna evoluzione rispetto ai lavori precedenti. Se nel primo album omonimo, in “Awake” e in “Faceless” i Godsmack propongono un post grunge di ottima qualità che esprime la componente più dura e metal degli Alice in Chains, nell’ultimo lavoro, malgrado un’ottima produzione, i Godsmack compiono una sorta di involuzione. Il sound rimane identico ma i brani appaio privi di quell’energia e quell’ispirazione che avevano caratterizzato gli altri lavori. In effetti dai Godsmack non ci si aspetta innovazioni geniali per il proprio genere ma la mancanza di idee qui ha prodotto un album che rappresenta quasi la brutta copia di “Awake” e “Faceless”. Come nel caso di Voodoo Too, reinterpretazione (che lascia piuttosto perplessi) di Vodoo, suadente brano di chiusura del primo album. Uniche eccezioni sono rappresentate dal brano di apertura Livin’In Sin e dalla coinvolgente The Enemy che da sole, però, non salvano un album che ha attirato su di sé molte critiche. In particolare il quartetto di Boston è stato accusato di aver prodotto “Godsmack IV” per adempiere agli impegni di contratto malgrado l’assenza di ispirazione che i nuovi brani, privi di idee, dimostrano.
In effetti l’amaro in bocca rimane, ci si aspettava di più dai Godsmack. L’auspicio è che dopo questo passo falso, il quartetto di Boston ci regali un lavoro che esprima al meglio il loro talento.