Helloween – The Legacy World Tour: Live in Sao Paolo

Helloween – The Legacy World Tour: Live in Sao Paolo

Impossibile descrivere quanto abbiano dato gli Helloween nella loro storia all’heavy metal, con almeno tre album imprescindibili che hanno portato il nucleo originale della formazione sul trono di un genere prolifico come quello del power metal. Ma quel periodo è ormai lontano una ventina di anni e in formazione i cambiamenti non sono stai pochi, basti pensare che dei tre perni compositivi ne sia rimasto in formazione soltanto uno(Michale Weikath) mentre Kai Hansen(chitarra) e Michal Kiske(voce) hanno da tempo scelto strade alternative e fortunate. Inutile dire che da allora gli Helloween non sono stati più gli stessi. Tra i tanti alti e bassi della carriera venne anche pubblicato un live intitolato “High Live, High live” ,l’unico finora con la nuova formazione, che aveva fatto rimpiangere aspramente il primo “live in U.K”. Fortunatamente il nuovo “Keeper of the Seven Keys – The Legacy –World tour” riesce almeno parzialmente a far dimenticare l’infausto predecessore, presentando una band in buona forma e che rispolvera in scaletta i grandi classici che ne hanno fatto la storia. Finalmente i cinque componenti appaiono affiatati fra loro sul palco e in grado di esaltare un pubblico caldo come quello brasiliano che accoglie e canta con trasporto tutte le canzoni proposte. Lascia perplessi ancora una volta la prova del pur simpaticissimo Andy Deris alla voce, che, soprattutto negli estratti dei primi album, arranca non poco nel tentativo di esprimersi ai livelli dell’inarrivabile Kiske(I Want Out è eseguita in una tonalità notevolmente più bassa…). Qualche pecca a livello qualitativo nella resa sonora si fa largo nelle tracce più veloci che talvolta appaiono un po’ confuse, questo però non toglie mordente ad un live album finalmente, per lo meno, degno del nome che riporta in copertina. Happy Helloween!