I Melt – Il Nostro Cuore a Pezzi

I Melt – Il Nostro Cuore a Pezzi

Secondo album consecutivo per La Tempesta Dischi, dopo “L’Intonarumori” del 2006 prodotto da Giorgio Canali, per i vicentini Melt, gruppo indie-rock attivo dall’alba dei Novanta.

“Il nostro cuore a pezzi” si compone di dodici brani che esplorano in lungo e in largo i sentieri del rock italiano, da quello più tendente alla facile fruizione delle iniziali “Anidride” e “La bella bambina”, passando attraverso momenti di maggiore introspezione e ricercatezza; buone a tal proposito le movenze della title-track e di “Raccontami il tuo inverno”. I Melt si lasciano apprezzare anche in passaggi più esili, essenziali, come “Non mordo più”, o dall’andamento più deciso, come in “Varano di komodo”.

Quello che proprio non convince di “Il nostro cuore a pezzi” è la parte testuale dei brani, a volte veramente prevedibile e, in certi passaggi, disarmante; su tutte “giochiamo pure a shanghai, tanto non mi arrabbio mai” dall’indigeribile “Filo interdentale”.

Con questo lavoro, certamente, i nostri hanno guadagnato in ampiezza stilistica, togliendosi da un facile incasellamento, ma è anche vero che durante l’ascolto s’avverte netta la mancanza di un piglio personale e di una reale forza creativa, che li avrebbe potuti proiettare in una nuova dimensione artistica.