Jarman -The Saint Ep

The Saint Ep è una leggendaria “Crociata dei fanciulli” (Massimo Cisternino – Drums; Alessia Casonato – Bass; Federico Vignali – Guitar; Alessandro Giordani –-Guitar) che si dipana all'interno di un “giardino” strumentale dall'iconografia post rock. I Jarman dipingono un “Caravaggio” di suggestioni contemporanee, un chiaroscuro di impressioni sonore oniriche e al contempo ruvidamente tangibili. L'impianto chitarristico è una dissolvenza incrociata di riff ipnotici e corrosivi che si sovrappone a una potente batteria e a robusti giri di basso, nel fuori campo saggiamente privo di acustica vocale.

La band costruisce una sapiente tempesta di suoni dal ritmo incalzante, riversandola in quattro composizioni dal “montaggio” di note impeccabile, con tutte le linee strumentali ben amalgamate tra loro: ruvide distorsioni di basso per Kubrick in September; frenetiche variazioni ritmiche per The Saint who taught mussels being wiser; sound dal sapore tetro e rarefatto per Bioluminescence of the deep sea creatures; conclusione affidata a The Scene of Inclusion & The Obscene of Exclusion.

Un ep dal sound e dalla produzione pulita, unico fotogramma blu per un'ottima prova musicale e sperimentale in super 8mmm.