Kasabian – Empire

Kasabian – Empire

Indie Rock Psichedelicamente Elettronico. Il gruppo di Leicester che prende il nome da Linda Kasabian unisce infatti rock ed elettronica con chirurgica attenzione. I ragazzi tornano ora sulle scene con "Empire", secondo capitolo discografico di una carriera appena iniziata e già messa alla prova. E’ bene sottolineare fin da subito che questo album resta un gradino al di sotto dell'esordio. “Empire” è stato composto con un’evidente devozione nei confronti dei Beatles più psichedelici, anche se nel complesso riprende quasi tutti gli elementi del fortunato esordio. Sun/Rise/Light/Flies ricorda la Setting Sun del binomio Noel Gallagher/Chemical Brothers. Empire è forse la più rappresentativa dell’intera produzione, perché include elementi di elettronica, chitarre imbrattate da distorsioni e vaghi riferimenti all’oriente. Gli arrangiamenti del lavoro risultano ben curati e nel calderone troviamo il pezzo più tirato (Shoot The Runner) acanto a quello più sornione e pittoresco (Me Plus One). Nonostante sia condito da larghi tratti di musica strumentale, “Empire” risulta alla fine un disco da cantare, forte di melodie affascinanti e mai banali. Unico neo del lavoro? Il gruppo tende a compiacersi un po’ e si dilunga eccessivamente in suoni acidi e dal difficile godimento. Insomma, quando la band non mostra il proprio cuore rock, molti dei suoni psichedelici che crea si perdono in ciarle monotone e poco interessanti.