Lonely Driften Karen – Grass Is Singing

Lonely Driften Karen – Grass Is Singing

Arriva dalla gelida Vienna la voce avvolgente di Tanja Frinta, musicista e cantante dei Lonely Drifter Karen, l’unica o, almeno fra le pochissime, in grado di far “cantare l’erba”. Non chiedetevi cosa voglia dire, ma cominciate con l’immaginare una bambina bionda dal volto roseo che, occhi aperti e naso all’insù, rimane affascinata dai musical dei teatri e dei cinema della sua città di origine. Poi una ragazzina che decide di far volare la sua ispirazione scrivendo canzoncine folk e punk, assieme ad altre ragazzine.

Infine, pensate ad una giovane donna con uno strano cappello che atterra a Barcellona e si innamora di due uomini, un pianista ed un batterista, rispettivamente Marc Meliá Sobrevias e Giorgio Menossi. Rendeteli i protagonisti di una romantica storia d’amore, e condividete con loro una magica colonna sonora fatta di melodie dolci e giocose, allegre, malinconiche, talvolta recitate. Piano e chitarra si sposano, cabaret e musical fondono i loro confini, altri strumenti, come ukulele e fisarmonica rendono l’atmosfera circense e surreale. Bene.

Ora, se riuscite, cancellate tutto. Sì, perché questa non è che pura fantasia, pazza invenzione, intonata follia.
Se volete conoscere il mondo reale, dovete pensare ad un mondo fatto di folletti saltellanti, di piante che camminano, di inquietanti carillon, di gufi che si affacciano alla vostra finestra mentre guardate le stelle, di piedi che diventano yo-yo, di malinconici clown, di giostre che prendono vita trascinandovi in nuove avventure.

È questa la realtà, come il prato che sa cantare. Se siete scettici, provate anche voi a conoscere più profondamente il colorato mondo di Loney Drifter Karen, e vi ritroverete, il giorno dopo, a gorgheggiare dialogando con vostra piantina. Perché, infondo, è normalissimo così… Vero?