Mallory Switch – Mallory

Mallory Switch – Mallory

Mallory: un corpo bionico, umano-meccanico, che esplora spigolose dimensioni synthetiche in ambienti tetri e ovattati. Dopo i precedenti i EP (Mallory Switch del 2007 e Freeek! del 2009) i Mallory Switch ritornano con quest'ibrido di rock, industrial, elettronica e impercettibili sfumature pop. La produzione artistica della donna cyborg Mallory è stata affidata a Marco Trentacoste (Rezophonic, Lacuna Coil), mentre nel sound si scorgono suggestioni note (Garbage, NIN, Depeche Mode).

La voce elegante di Audrey Lynch si affianca a una strumentazione cinematica e metallica, dando vita a 10 brani di “rock elettromeccanico per orecchie e menti inquiete”.

Si inanellano: suoni elettromeccanici (You Made My Shitlist, Brand New World), fluttuazioni hip-hop (The Last Man On Earth), pulsazioni artificiali (No Evil), ritmiche rarefatte e impetuose (Follow 8 Evolution Machine), connotazioni ambientali (Mother Earth), robotiche tracce nascoste.

Mallory: un automa irrequieto e inquieto, “caricato” da una buona personalità cyber-tecnologica e un'adeguata deflagrazione acustica. Alcuni marchingegni sonori però, vanno lubrificati con maggiore sperimentalismo.