Mamamicarburo – Barcelona

Mamamicarburo – Barcelona

Quello prodotto dai Mamamicarburo è un rock generoso. Nel senso che i quattro ragazzi di Correggio non si risparmiano, né sotto il profilo prettamente esecutivo né d’espressione. Il loro nuovo lavoro in studio “Barçelona” porta nel proprio dna i tratti distintivi di una band rodata sotto ogni aspetto (sono in pista dai primi anni Novanta), quindi pronta a dare alla luce un mezzora tirata a lucido, fatta di rock sanguigno dal ritmo incessante e dalle movenze decise.

Testi semplici, immediati, cantati in italiano con buona interpretazione da Teo Morgotti (vocalist tornato da un po’ alla base dopo un periodo di allontanamento), il quale è ottimamente supportato da un gruppo che a sua volta emana sonorità senza fronzoli, che potremmo definire “mainstream di qualità”. Teo e sodali affondano il colpo in “Fatti fottere”, sono godibili e ironici in “Plaster Caster” e ci regalano emozioni vere nella bella e riuscita “In-sensibile”, brano riflessivo e dai colori più tenui, indizio certo che il tempo passa anche per i rocker più veraci ed esuberanti.

Le carte – e quindi le varianti melodiche e di stile – che i Mamamicarburo hanno in mano, va detto, non sono moltissime. In fondo però sono quelle giuste per ottenere un buon suono d’isieme, onesto e che non ha la presunzione di cambiare le regole del gioco, quindi apprezzabile e degno di assoluto rispetto.