Martin Devil – Problemi di Beat Generation

Martin Devil – Problemi di Beat Generation

Maurizio Guglielmelli è un vagabondo “Sulla Strada” dallo pseudonimo kerouachiana: Martin Devil. Problemi di Beat Generation è il suo esordio discografico: un lungo itinerario artistico e musicale, con spolverate di De Gregori, De Andrè, e Guccini. L'album, scritto e arrangiato dal nostro nomade di suoni e parole, vede la collaborazione di Gigi De Rienzo al basso e Franco Giacoia alla chitarra. Altri compagni di viaggio: Davide Garofalo alla batteria, Donato Giovinazzo al piano e Angelo Saturno alla fisarmonica. Il disco trasfigura eloquenti esplorazioni di spirito, sogni e ricordi. È un amalgama che stilla il disincanto degli arrangiamenti folk-rock melodici, la ribellione di una voce calda e ruvida, l'emozione dei testi.

L'apertura è affidata alla title-track dalle frequenze ammaliatrici. Seguono il country-rock Fuorilegge e l'incalzante Non lasciarti qui. Sfumature più rock emergono da Fuoco Dentro, seguita da Pensiero nella tua mente. Così come dico io è vita vissuta esplicata da un testo molto evocativo. Pianoforte e voce guidano Spegni la luce mentre una semplice melodia, chitarra/batteria, accompagna L'amore nel ricordo. È poi la volta di Amore e Tempo e del sound più aggressivo di SOS. Ancora dolcezza con la ballata Portami le tue poesie. Chiude la carica sensuale di Anelante attesa mentre “la vagina si spinge all'infinito”.

Debutto piacevolmente fresco, dall'aroma dolce e amaro, che racconta in musica la magia degli umori della vita. Tuttavia, un allontanamento da certi modelli un po' troppo scomodi potrebbe essere una nuova via da percorrere per conquistarsi l'emancipazione artistica.