Metrocor – Sweet

Metrocor – Sweet

I Metrocor si dicharano finda subito un gruppo con la semplice esistenza votata all’amore per la musica. E la semplicità è, nel bene e nel male, la caratteristica principale di questo loro lavoro, Sweet. 9 tracce che scivolano veloci senza troppi pensieri, senza troppo pretese ma anche senza troppa presunzione.

Il loro rock-pop ricalca appieno il titolo dato a questo album, ma non si scende mai troppo di tono. Né tuttavia si raggiungono picchi di elevata ispirazione. Insomma un disco “veltroniano”, che non è né carne né pesce, ma anche carne e pesce. Forse qualche canzone si assomiglia troppo, ma nel complesso Sweet non disturba affatto, anzi. Ma neanche trascina.

Un buon inizio, per questo duo della provincia di Milano, scandito da ritmi avvolgenti e caldi che ammiccano a dei Marlene Kuntz meno elaborati e intrigantemente accompagnati dai cori di Daniela Ferdeghini. Chi ben comincia non è a metà dell’opera, ma la potrà spuntare nel panorama Nord-italiano.