Nadiè – Questo Giorno il Prossimo Anno

Nadiè – Questo Giorno il Prossimo Anno

Un’altra bella conferma. La musica italiana viaggia spedita e regala agli appassionati di Rock un altro disco degno di nota. Il giovane gruppo risponde al nome di Nadiè e il disco che abbiamo piacevolmente ascoltato è il profondo “Questo giorno il prossimo anno”. Si tratta di un lavoro intimo e sognante che si pone in antitesi con le ultime uscite usa e getta che sono sbucate fuori dalla nostra maledetta televisione (sempre più impegnata purtroppo a selezionare nuove promesse).

I testi di Giovanni Scuderi (voce e chitarra della formazione) sono deliziosamente amari e disillusi; taglienti come una lama infuocata, si impegnano nell’analisi delle condizioni dell’animo umano, posto in relazione con la quotidianità più aspra e dolorosa. L’impegno nel descrivere questi aspetti reconditi della coscienza umana trova conferma nel sound cupo e a tratti rabbioso (su tutte svetta il rock sanguigno di Glicine) che la band propone all’ascoltatore.

La produzione di Massimo Roccaforte del resto dona al lotto una veste di professionalità invidiabile (le atmosfere vengono filtrate in un chiaro scuro che dona fascino da vendere alle dieci tracce del disco). Si tratta in definitiva di una produzione che non sconvolge in quanto ad originalità e ad innovazione, ma che regala sicuramente dei momenti più che godibili: si passa come detto da atmosfere più rilassate tra arpeggi delicati e leggiadri, a momenti più sostenuti in cui la band mostra di saper suonare con discreta vivacità.