Sadside Project – Winter Whales War

È il fuoco della tradizione su confini d'oltreoceano e atmosfere anni Cinquanta macchiate di puro rock'n'roll, blues, folk e sporcate da distorsioni dall'attitudine grunge e variazioni dal sapore psichedelico a colorare di energia corale il nuovo lavoro del duo romano dei Sadside Project (Gianluca Danaro e Domenico Migliaccio), Winter Whales War.

Registrato presso lo Studio Nero di Roma da Giancarlo Barbati (Muro del Canto), l'album vede inoltre la partecipazione di Roberta Sammarelli dei Verdena, Adriano Viterbini dei Bud Spencer Blues Explosion, Alberto Mariotti e Wassilij Kropotkin dei King of the Opera, oltre alla presenza di altri musicisti membri di Boxerin Club, Indie Boys Are For Hot Girls e Ancien Régime.

Winter Whales War racchiude al suo interno una pluralità di sfumature che si attenuano su un'eleganza retrò e su attimi surreali ed esplodono lungo ritmiche vigorose e destrutturazioni corrosive.

Deflagrazioni strumentali (The Same Old Story) lasciano spazio a ballate da mandolino (My Favourite Colour), a malinconie antiche tra archi e pianoforte (1959 (The Last Prom)) a cover acustiche dei Beach Boys (Sloop John B) e sfumano dolcemente su arpeggi riflessivi (Winter Whales War).

Winter Whales War, con i suoi tanti riferimenti a molta musica presente e passata, è classico e moderno al contempo. È un drive in d'altri tempi su uno scenario che volge lo sguardo a un'industria dismessa, un'immagine in bianco e nero alla Pleasantville che si anima di goliardie a colori sempre attuali, un interessante arcobaleno di scenografie tradizionali su leggende metropolitane.