Satriani, Joe – Super Colossal

Joe Satriani – Super Colossal

Cos’altro resta da dire su uno dei chitarristi che più hanno influito sul modo di suonare e comporre con l’adorata sei corde?
Parlano per lui le innumerevoli copie vendute di album interamente strumentali, dannatamente vari e coinvolgenti, padroni di un sound che trasforma i pezzi in hit single che non accusano per nulla la mancanza di parti vocali. Parla per lui la chitarra che si inchina servizievole e mansueta ad ogni sua plettrata o arpeggio.

Il maestro di alcuni dei migliori guitar hero sulla scena (Steve Vai, tanto per dirne uno) però, non perde mai l’occasione per rimettersi in gioco. Tra un G3 e una collaborazione internazionale, Satriani ad inizio 2006 si prese così la briga di pubblicare l’ennesimo studio album, plasmando in “Super Colossal” una nuova affascinate immersione nella sua sconfinata ricerca sonora, sperimentale quanto basta per non perdere mai il controllo dell’armonia e della tensione musicale.

Groove spediti e avvincenti si alternano a soffici tappeti tastieristici sul quale l’estro del chitarrista può sfogarsi in ogni direzione, svariando tra soluzioni bluesy e funky fino a lirismi melodici malinconici ed evocativi. Al centro di tutto la solita carica emotiva che spunta ovunque, sia che si viaggi in compagnia di sonorità folk, con ricami arabeggianti o riff melodici: molteplici sfumature di un’atmosfera che rimane sempre e comunque fresca e positiva e che non lascia mai spazio ad ottusi esercizi esibizionistici fin troppo presenti in album del genere, ma che in casa Satriani sono fortunatamente, da sempre, banditi.