Spaccamombu – In The Kennel Vol. 2

 In The Kennel Vol. 2 ha in sé i germi di un rituale vodoo, di una macumba bantu che si sprigiona attraverso una cavalcata di suoni ruvida e tenebrosa. La nuova alchimia musicale, officiata in soli due giorni dalla chitarra di Paolo Spaccamonti e dal sax baritono e dalla batteria dei Mombu (Luca T. Mai e Antonio Zitarelli), conserva le visioni cinematiche del primo e le avvenenze afro e free-jazz dei secondi con una certa attitudine manipolata e volta alla sperimentazione che abbraccia follie drone, solide derive tribali, acidità noise e spettri doom.

Si avvicendano così vortici sonori distorti, voragini ritmiche sghembe, insania compositiva e suoni martellanti che da torbide caverne strumentali (Antro) proseguono lungo discromie rumoriste (Idemortos) scabri promontori sonici (Mountains Crashing Sound) orbite ritualistiche (Assufais) e catarsi ascetiche (Altar Of Iommi).

In The Kennel Vol. 2 è un ep dall'animo oscuro e dall'impatto imponente. Un abisso nella nera ebrezza della magia del suono.