Zzolchestra – s/t

Progetto sperimentale di ricerca e creativo crogiolo di strumenti (sax tenore, cornetta, baritono, vibrafono, basso, batteria, theremin, piano, violoncello, chitarra) per un sound di chiara derivazione jazz fuso ai più diversi stili e linguaggi, è la proposta musicale della Zz olchestra, orchestra vera e propria costruita da alcuni elementi dei Mariposa (Enzo Cimino, Valerio Canè) e da altri musicisti provenienti da estrazioni stilistiche differenti (Alberto Polese, Andrea Rigatti, Elena Maestrini, Giovanni Gonano, Massimiliano Gollini, Antonio Sodano, Paolo Bottacin, Gianbattista Tornielli). La Zz olchestra esordisce così con un disco omonimo che punta proprio a fondere e contaminare stili musicali eterogenei in un incrocio sapiente di jazz orchestrale, blues e rock più canonico, restituendo brani godibili e dal sapore contemporaneo. La mescolanza sonora vive di inconsistenza compositiva come nell'iniziale Il segreto valzer di Alessia, di fiati dalle potenti fascinazioni ritmiche come in Pasta e fagioli, di sonorità lontane (Framartime) e di originali e ironici intermezzi vocali (Vanda, Romeo). Sperimentazione, ricerca e bravura convivono sapientemente in questo album  album dal sapore coevo, ben suonato e dall'impatto compositivo e ritmico pregno di un "non-sense" singolare e autentico.